Cuori-nella-luce-lourdes-vegenteChi è la veggente di Lourdes?

A differenza di Medjugorje che ci racconta di sei veggenti, la veggente di Lourdes è una sola: Bernadette Soubirous. La sua storia lascia il segno nella fede cristiana e nella cittadina francese. Tutto iniziò il giorno 11 febbraio del 1858. Quello fu un giovedì speciale: il giorno della sua prima visione e quindi della prima apparizione della Madonna, avvenuta nella Grotta Massabielle.

Quel giorno, Bernadette era una solamente una quattordicenne mite, innocente e con poca istruzione. Insieme a sua sorella e ad una sua amica, si recò in quei luoghi per raccogliere un po’ di legna secca, ma mentre si preparava per attraversare il fiume, sentì uno strano rumore. Sembrava quasi un colpo di vento, ma in realtà era molto di più… Stava per accadere qualcosa che avrebbe cambiato la sua vita.

Pellegrinaggi Lourdes: ecco la storia della sua veggente

Bernadette Soubirous nacque nel 1844 e visse per soli 35 anni. Tuttavia, quel breve arco di tempo fu davvero intenso e, l’11 febbraio del 1958, la sua esistenza cambiò letteralmente. Quel rumore che sembrava un semplice colpo di vento, la fece voltare verso la Grotta delle Apparizioni. In quel momento, vide “una signora vestita di bianco, con un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla su ogni piede”. Senza preoccuparsene e senza paura, si fece il segno della croce e iniziò a pregare con lei.

Alla fine della preghiera, la Madonna scompare improvvisamente, ma non per sempre: da quel giorno, Bernadette la incontrò per altre diciotto volte in quella grotta. Quegli avvenimenti la cambiarono drasticamente: fece di tutto per somigliare a quella figura di pace, per ascoltarla e per seguire le sue indicazioni. La Madonna condivise con lei tre segreti e tante emozioni. Le parole di Bernadette che echeggiarono in tutto il mondo furono: “Non sono stata incaricata di farvi credere. Sono stata incaricata di riferire”.

Fin dall’inizio delle apparizioni, la ragazza diventò una portavoce a livello globale, ma molti pensavano che stesse mentendo e l’accusavano di impostura. La interrogarono più e più volte tentando di farla crollare… ma non ebbero alcun successo: la giovane non si contraddisse e non si confuse neanche una volta. Tuttavia, la situazione la fece soffrire molto ma, nonostante tutto, lei non mollò e non smise mai di credere e di riferire ciò che la Madonna le comunicava.

Anche se la sua storia finisce, Bernadette ha lasciato un segno indelebile

Quelle apparizioni mariane hanno scatenato fin dall’inizio una grande affluenza di persone in visita per i pellegrinaggi Lourdes, anche perché la Madonna ha lasciato un dono speciale: l’acqua miracolosa. Esce da una sorgente apparsa durante la nona apparizione all’interno grotta e sembra capace di guarire i malati. Molti casi di guarigione sono stati confermati.

Bernadette lasciò Lourdes 1866 e si trasferì a Nevers, dove morì molto giovane nel 1879. La salma riposa tuttora nella cappella del convento di Saint-Gildard e il suo ricordo rimane vivo in tutti i fedeli in giro per il mondo, nonché nella sua cittadina. La veggente ha lasciato un segno e hanno anche costruito una chiesa a suo nome. Per visitarla e ripercorrere i suoi passi e la sua storia, puoi partecipare a uno dei nostri viaggi Lourdes in partenza da Seregno, Milano e da tutta l’area di Monza e Brianza.

Sarà un pellegrinaggio indimenticabile e un’esperienza unica: scopri le date e prenota il tuo percorso di fede nella città dei miracoli!